Come aumentare i visitatori sul sito?

Al giorno d’oggi è difficile è sempre più difficile riuscire a emergere in uno scenario competitivo sempre più affollato, a prescindere dal settore di appartenza del proprio business. Farsi notare dal target di riferimento in un oceano digitale è diventata un’impresa ardua, ma certamente non impossibile. Per superare tutto il rumore di fondo e fare in modo che le persone visitino il tuo sito, serve interiorizzare e applicare alcuni principi di base. Non esistono trucchi miracolosi, quanto piuttosto di implementare metodi collaudati, in linea con le best practices premiate da Google, come un ottimo seo copywriting (segui i consigli di SpiderLink). Vediamo come aumentare l’autorevolezza del proprio sito e incrementare il traffico attraverso una strategia mirata.

Seo copywriting: uno strumento chiave per aumentare l’autorevolezza

Autorevolezza è la parola chiave, perché riflette una percezione di valore da parte degli utenti. Se i visitatori non ti ritengono autorevole in un determinato settore, automaticamente Google lo noterà e premierà altri siti che invece lo sono. Non ti preoccupare, perché l’autorevolezza può essere costruita attraverso una strategia costante nel tempo. Aumentare il numero di visitatori non è un fenomeno che avviene dall’oggi al domani: certo, un contenuto virale può aiutarti, ma devi puntare a offrire articoli validi, che alla lunga verranno premiati dagli utenti e genereranno passaparola positivo. Un giusto e bilanciato mix di pratiche SEO, presenza sui social media e l’ideazione di campagne di email marketing sono gli strumenti a supporto dei contenuti che, una volta che si toglie il mezzo attraverso il quale vengono diffusi, devono essere autorevole.

Come aumentare il traffico sul proprio sito: seo copywriting e molto altro

Per indirizzare il traffico al proprio sito web esistono alcuni metodi, alcuni gratuiti ma dispensiosi in termini di tempo, altri invece a pagamento. I primi includono l’ottimizzazione dei propri testi per i motori di ricerca, attraverso il seo copywriting, che si esprime su contenuti fissi o su articoli del blog, ma anche la pubblicazione sui social media e l’invio di newsletter. I secondi sono in annunci a pagamento per indirizzare il traffico a un sito web, ma da maneggiare solo dopo aver maturato esperienza. All’inizio è importante impostare una strategia che punti a posizionare in maniera organica il sito, grazie a parole chiave individuate con attenzione, che riflettono il reale interesse degli utenti. Per farlo, basta utilizzare le keyword correlate ma anche strumenti quali Google Trends, che integrano le parole legate al marchio con i termini più ricercati dagli utenti. Inoltre, è importante monitorare, tramite Google Analytics, da dove provengono i visitatori e quali contenuti garantiscono migliori performance, nell’ottica di offrire contenuti sempre più rilevanti.

Seo copywriting per contenuti che colpiscono e convertono l’utente

Il seo copywriting presuppone una comprensione pregressa dei principi della disciplina, mirata all’implementazione delle pratiche ideali per farsi trovare sui motori di ricerca dalle persone potenzialmente interessate al proprio prodotto/servizio.
Ad ogni modo, non si dovrebbe cadere nella tentazione di esagerare con le parole chiave (keyword stuffing), perché i contenuti davvero premiati da Google sono quelli che offrono valore agli utenti. Inoltre, quando un contenuto viene considerato valido, spinge i lettori alla condivisione, un aspetto che a sua volta aumenta il traffico verso il sito e innesca un circolo virtuoso.