Brevetto Apple per il servizio di cloud gaming

Un nuovo brevetto è stato individuato da Patently Apple, suggerendo che Apple potrebbe lavorare al proprio servizio di cloud gaming in streaming, simile a Google Stadia, Xbox Game Pass o PlayStation Now. Il brevetto è stato depositato ed è stato pubblicato per il grande pubblico.

Secondo l’applicazione, Apple spera di utilizzare la rete 5G per fornire giochi on-demand per iPhone e Mac degli utenti. In altre parole, il gioco sarebbe stato memorizzato, reso ed eseguito su un server remoto e trasmesso in streaming direttamente su un dispositivo, dando agli utenti l’accesso ai giochi senza dipendere dal proprio dispositivo.

Il brevetto elenca inoltre diverse modalità di utilizzo della tecnologia e il modo in cui Apple affronterebbe queste situazioni. Il resto è abbastanza tecnico, ma comporta soprattutto l’uso della tecnologia 5G in nuovi modi per garantire che il servizio funzioni come pubblicizzato.

Il lancio di un servizio di streaming di giochi è un progetto che Apple ha dovuto prendere in considerazione da tempo. Tanto più che il settore dei servizi Apple è in rapida crescita. L’azienda offre già servizi come Apple TV+, Apple News+, Apple Music e Apple Arcade. L’aggiunta di un nuovo servizio, in particolare quello che permette agli utenti di giocare a giochi di fascia alta su hardware non game, potrebbe aiutare Apple ad aumentare ulteriormente i propri ricavi.

Chiaramente, trattandosi di una semplice domanda di brevetto, non ci sono prove concrete che Apple lancerà effettivamente un tale servizio. Tuttavia, se dovesse lanciare un servizio di streaming di giochi, ci sono buone probabilità che venga incluso in una delle offerte “Apple One” su cui l’azienda sta lavorando.

Va inoltre notato che Apple ha recentemente bloccato il progetto xCloud di Microsoft sull’App Store e che anche Google Stadia non sarà disponibile su iOS. Per questo motivo, avere un servizio interno può essere una buona idea per Apple.