Categorie
Game Marketing

Come fare SEO per un sito di videogiochi

L’uso della Search Engine Optimization può essere molto interessante per lo scopo specifico di attirare potenziali clienti verso il proprio brand, marchio o attività online. Questo vale per molti settori, compreso, ad esempio quello che fa riferimento al settore ludico: anche un sito di videogiochi, che si occupa quindi di offrire uno spazio leggero ad una clientela variegata, può trarre degli interessantissimi vantaggi dalla SEO.

Quali attività SEO per un sito di videogiochi?

L’attività SEO si svolge sostanzialmente su due differenti frequenze: da un lato si parla di tutte quelle attività che possono essere svolte insite (e cioè all’interno stesso del sito web); dall’altra parte si fa invece riferimento ad attività offsite, e cioè tutti quegli interventi specifici che vanno svolti al di fuori del contenuto online.

La parola chiave è: fare la differenza

La parte relativa alle attività online è molto importante anche per quel che riguarda un sito di videogiochi, e può essere però affiancata anche da altre tipologie di interventi tecnici, come ad esempio la produzione di contenuti volti ad informare il lettore, ed anche ad intrattenerlo ad esempio facendo riferimento ad aggiornamenti relativi a giochi o prodotti di nicchia o del settore.

Bisogna infatti considerare che un sito che viene aggiornato spesso e che quindi presenta un numero considerevole di contenuti può essere sicuramente molto più apprezzato ed anche ricercato rispetto ad un sito web che non riceve aggiornamenti continui. Certo, però, non è solo la quantità di notizie o informazioni a fare la differenza, ma sono anche altri aspetti che aiutano nel raggiungimento dello specifico obiettivo.

Pertanto dal punto di vista SEO l’aggiornamento del sito web di videogiochi con l’inserimento di contenuti è essenziale, ma esso va affiancato ad altre caratteristiche, come ad esempio:

  • La freschezza dei contenuti, se si tratta di notizie: per esempio, se vogliamo parlare dell’ultimo aggiornamento di un videogioco di calcio dobbiamo per forza attenerci alle ultimissime novità e non possiamo dare per nuove notizie di un mese fa;
  • L’attendibilità di quanto affermiamo: prima di lanciare una notizia “bomba” che può portare traffico al nostro sito e quindi maggior numero di visitatori, assicuriamoci che essa sia vera ed attendibile;
  • La grammatica e una scrittura scorrevole, facile da leggere, con frasi brevi e concise.

Non basta. Perché dal punto di vista SEO, il contenuto va anche curato per quel che riguarda l’aspetto meramente tecnico. Quindi, non bisogna dimenticare l’inserimento di immagini non troppo pesanti (rallenterebbero il sito e renderebbero difficile la lettura del contenuto e prima ancora il suo caricamento), ed ottimizzate con l’inserimento dell’attributo alt tag. Inoltre, il contenuto deve essere inserito in una categoria adatta, e bisogna curare aspetti come il title, i meta title, la meta description, tutti aspetti da non sottovalutare per una corretta ottimizzazione ai fini del posizionamento SEO.

Un altro punto fondamentale è quello che riguarda lo scambio di link: farsi linkare da siti autorevoli e pertinenti può essere una delle operazioni più efficaci sotto il profilo del posizionamento, ma può risultare anche un’operazione piuttosto complessa visto il difficile target. È per questo motivo che, onde evitare di cadere nella trappola delle compra-vendite mirate di link (che tra l’altro non portano da nessuna parte) è del tutto necessario sviluppare un adeguato piano editoriale, mirando principalmente all’analisi delle query.

Un consiglio efficace per fare SEO su un sito di videogiochi (e fare davvero la differenza) è quello di creare un sito diverso dagli altri, aspetto sul quale le guide che trovi su jfactor.it puntano molto. Presenza di immagini ottimizzate, descrizioni e contenuti ricchi possono fare davvero la differenza nel settore ed aiutarci ad ottenere un più elevato numero di visitatori al nostro sito web.

Categorie
Game

Pc da gaming: tutto quello che devi sapere prima di acquistarne uno

Il pc da gaming è diventato un “must have” per tutti gli amanti dei videogiochi. L’esperienza videoludica è di gran lunga superiore ad ogni console, poiché si hanno prestazioni migliori sia in termine di FPS (Frame al secondo), sia rispetto alla qualità della risoluzione.

Si possono trovare in commercio dei PC preassemblati, chiavi in mano, oppure è possibile trovare delle online delle configurazioni per pc da gaming come questa su simonemaestri.com. Acquistando i singoli i pezzi online, è possibile comporre il proprio pc su misura.

Online è possibile trovare pc da gaming da assemblare, scegliendone i componenti, sia preassemblati, come questa configurazione su simonemaestri.com. Acquistando i singoli componenti si può comporre il pc rispetto alle proprie esigenze.

Scopriamo insieme quali caratteristiche deve avere un pc da gaming fatto su misura, per giocare al meglio sui titoli del momento.

Le caratteristiche principali di un pc da gaming

La scheda video: la GPU

Oggi si vive un età dell’oro de l pc, per mezzo del pc da gaming, poiché è una delle migliori scelte per giocare ai titoli più diffusi del momento. La potenza grafica di un pc desktop è spesso superiore ad ogni console, ma questo dipende dalle prestazioni e fasce di prezzo che possono essere anche molto diverse.

Una delle componenti più importanti per la configurazione di un pc da gaming è la scheda video. Oggi, questo chip è la scheda principale, quella da cui deve partire la composizione del pc da gaming, poiché proprio le prestazioni della scheda grafica e la sua fascia di prezzo, permettono di valutare le altre componenti. Recentemente sono uscite schede grafiche eccezionali in termini di prestazioni e qualità prezzo, alcune permettono di avere il Ray Tracing nel gioco e VRam importanti, da 6 GB, fino a 24 GB.

La VRam nelle schede video è ottima anche a 6 GB per giocare in modo competitivo ad ogni titolo, acquistare schede con VRam superiore può servire se sul pc serve anche a fare lavori di grafica e video editing.

La scelta del processore: la CPU

Il processore è un componente importante per il pc da gaming, perché permette di gestire molti dei calcoli da effettuare durante il gioco (anche se il lavoro maggiore è della GPU).

Per giocare a livello competitivo un buon processore deve avere una velocità di frequenza sui core di almeno 3,6 GHz, Il numero di core da scegliere è relativo al tipo di utilizzo che si deve fare del pc. Maggiori sono i core, migliori prestazioni si avranno nel gaming, ma ciò che realmente conta è la frequenza. Un alto numero di core fa la differenza quando si svolge un lavoro in multitasking, quindi si aprono più programmi di grafica e videoditing nello stesso momento.

Per giocare, 6 Core con 12 Threads ed una velocità di base clock di 3,6 GHz vanno benissimo, se si vogliono prestazioni migliori sia nel gioco, o perché l’esigenza è quella di lavorare con il pc, oltre a giocare, si può optare per le top di gamma che presentano 16 Core e 32 Threads, con velocità anche superiori a 4.7GHz; ovviamente si alzano i prezzi e i consumi di energia elettrica.

Schede RAM, scheda madre e SSD

Un falso mito porta a pensare che la RAM del pc da gaming sia una delle componenti principali, ma non è così! Scheda video e processore sono il cuore pulsante delle prestazioni del pc da gaming. Le RAM vanno scelte in base alla loro frequenza e al quantitativo di memoria.
Per iniziare a giocare, diciamo che 8 GB di RAM potrebbero andare anche bene, ma per essere sicuri bisogna installare 16 GB di RAM. Le migliori frequenze arrivano a 3600 MHz, ma anche le schede da 2400 MHz presentano ottime prestazioni.
Se state pensando di montare 32 GB di RAM, dovete sapere che potrebbe essere inutile, perché la maggior parte dei giochi gira benissimo con 16 GB di RAM, a meno che il pc non serva per lavori di grafica e video editing, quindi multitasking. Per un Pc da gaming meglio investire sulla migliore frequenza delle RAM che sulla quantità eccessiva.

La scheda madre è la base su cui si montano tutti i componenti del pc, e va scelta con molta cura, poiché deve essere compatibile con ognuno di questi. Deve avere il socket giusto per la CPU e permettere l’installazione di Ram ad alta frequenza, e delle periferiche NVme tramite PCIexpress, così da poter installare le più veloci memorie SSD e le migliori schede video.

La memoria di archiviazione è un componente che permette di migliorare vistosamente le prestazioni di un pc da gaming, le migliori sono le SSD. Un pc da gaming deve avere almeno 250 GB di spazio di archiviazione. Meglio non scegliere più hardisk meccanici, molto più lenti e problematici. Le nuove SSD NVme m.2, invece, permettono di arrivare a velocità altissime e giocare con la migliore esperienza possibile.

Conclusioni

Il mercato del pc da gaming è in continua evoluzione: ogni anno le componenti sono sempre migliori e più competitive in termini di qualità e prezzo, e oggi è possibile avere un pc da gaming già con 1000 euro. Farsi assemblare un pc da gaming oggi è una delle scelte più intelligenti per avere la migliore esperienza da gioco possibile.